Raccolti €2.500.000 grazie alla Partita Interreligiosa per la Pace!

Terminato il conteggio della raccolta fondi legata all’evento del 1° settembre scorso allo Stadio Olimpico di Roma

Milano (ITA), 10 settembre 2014: Ammonta a € 2.490.000 il totale raccolto dalla Partita Interreligiosa per la Pace. Il dato è stato comunicato dalle due realtà promotrici – Scholas Occurrentes e Fondazione P.U.P.I. – e si riferisce al bilancio consuntivo di tutte le attività di raccolta benefica collegate alla prima Partita Interreligiosa per la Pace, giocata allo Stadio Olimpico di Roma lo scorso lunedì 1° settembre.
Il totale deriva da € 709.141 raccolti attraverso il numero solidale (SMS e chiamate), € 178.506 da biglietteria Stadio Olimpico, € 55.000 dalle aste on-line ed il restante da contributi delle aziende partner e da offerte di privati.
I fondi, come previsto, saranno destinati a finanziare i progetti dedicati ai bambini e gestiti da Scholas Occurrentes e Fondazione P.U.P.I.
Alle 22.53 del 1° settembre 2014 la prima Partita Interreligiosa per la Pace è stata interrotta da due fischi dell’arbitro – e non tre come previsto dai regolamenti del calcio – proprio per sottolineare simbolicamente che questa è una partita che non termina mai, che dobbiamo continuare, anche giocando, ognuno dalla sua posizione, ad impegnarci nei confronti della pace, promuovendo il dialogo e la cultura dell’incontro
Le due entità organizzative, in qualità di istituzioni predisposte alla comunicazione aperta e trasparente, credono che la peculiarità delle attività sviluppate renda necessaria la comunicazione dei risultati; abbinando alcuni indicatori significativi, intendono fornire una descrizione degli obiettivi raggiunti e della qualità dell’evento realizzato, operando all’insegna della massima trasparenza, un impegno che l’organizzazione considera dovuto ai tanti protagonisti della serata: i partner, il pubblico e le tantissime persone che hanno contribuito al raggiungimento di questo primo fantastico risultato.

Di seguito una sintesi dell’impatto in termini di coinvolgimento e di comunicazione.

HIGHLIGHTS tv, media, spettatori

  • 51 Paesi collegati in diretta televisiva
  • 187 Testate giornalistiche accreditate da tutto il mondo
  • 480 Professionisti dell’informazione: giornalisti, fotografi, operatori multimediali
  • 4.996.758 Telespettatori su Rai1 – Record di audience per fascia oraria (Picco d’Ascolto di 6.450.921 alle ore 21:03)
  • 20,74% Share (Picco di Share 25,56% alle 21:03)
  • >15 Milioni Contatti televisivi in Italia
  • 24% Telespettatori fascia età 8/14 anni
  • 424.000 SMS Solidali
  • 18.000 Spettatori presenti allo Stadio (13.745 paganti)

ATTIVITA’ SUI SOCIAL NETWORK

Facebook *

  • 1.9 milioni Visualizzazioni dei contenuti della pagina FB
  • 120.000 “Mi piace” ricevuti dai contenuti pubblicati sulla pagina ufficiale
  • 7.500 Condivisioni dei contenuti
  • 6.000 Commenti ai post pubblicati
  • 21.0000 Fan della pagina ufficiale dell’evento

*DATI RIFERITI AL GIORNO DELL’EVENTO (1.09.2014)

Twitter**

Nel corso della partita, i due hashtag ufficiali sono stati primo e secondo trend topic in Italia

  • 1.8 milioni Visualizzazioni del profilo
  • 61.700 tweet #partitaperlapace
  • 15.000 tweet #matchforpeace
  • 8.175 Retweet
  • 8.342 Fav

**DATI RIFERITI AL PERIODO 29 AGOSTO – 3 SETTEMBRE

IL MANIFESTO PER LA PACE

Durante l’evento e alla fine della partita, i 56 protagonisti sul campo – tra i migliori giocatori e allenatori al mondo – si sono impegnati a promuovere la fratellanza tra i popoli, apponendo la propria firma al Manifesto per la Pace, una dichiarazione di intenti condivisa con altre realtà sociali: religiosi, artisti, giornalisti, arbitri, etc. La lettura del Manifesto per la Pace ha rappresentato un momento cruciale della storica notte di Roma: scritto in diverse lingue, è stato letto da cinque giocatori di diversa nazionalità e religione scelti tra gli atleti riuniti al centro del campo in segno di fratellanza e incontro. Campioni di religione, cultura e lingua diverse si sono alternati nell’esposizione: Zanetti in italiano, Eto’o in francese, Dudu Aouate in ebraico, Shevchenko in ucraino, Muntari in inglese e Baggio in italiano, per concludere con Javier Zanetti che in castigliano ha invitato tutti i presenti a “Gridare il clamore per la Pace”, ripetendo le parole di Papa Francesco, ispiratore della Partita per la Pace.

Manifesto_ita
foto1
foto2
foto3
foto4

top partner

gold partner

silver partner

media partner

un evento organizzato da

con il patrocinio di